Sauro Donati Astronomy Page


COMETE 

Novità

 


 

 

La scoperta di comete è piuttosto difficile perché bisogna disporre di strumenti a grande campo che permettano di raggiungere magnitudini deboli. Esistono è vero eccezioni, (alcune comete sono state scoperte anche con binocoli) ma non fanno che confermare la regola. Importantissimo è poi dedicarvisi costantemente e sotto un cielo perfetto.

Sulla base delle mie osservazioni realizzate nei giorni 12 e 13 Luglio 1999, unite a quelle di altri due osservatori indipendenti, è stato possibile rintracciare dopo diversi anni l'orbita della cometa che a causa delle perturbazioni planetarie si era spostata rispetto alle effemeridi calcolate. Il lavoro è stato pubblicato sulle Minor Planet Electronic Circular n.28 del 14 Luglio1999.

137P/Shoemaker-Levy 2 (animazione)

Come si vede dalle immagini (porzioni ingrandite di frames) la cometa appariva di aspetto asteroidale, senza nessun accenno di coda. La magnitudine era intorno alla 18^ (R).

   

1999H1 (Comet Lee)

1999N4 Linear  

Questa fotografia è stata probabilmente la prima fatta dall'Italia dopo la scoperta effettuata da Lee. La cometa era immersa nelle luci del tramonto. L'immagine è stata realizzata con un 300/2.8 e 5 minuti di posa con pellicola PJM dallo splendido cielo di S. Pellegrino in Alpe (Appennino Tosco-Emiliano a 1700 m. slm). L' animazione è stata realizzata con due frames CCD del 10.04.1999.

La sera del 22 Maggio 2000 ho ripreso la cometa 1999N4 Linear con 5 frames CCD di 90 secondi con intervallo di 6 minuti. Il risultato è in questa animazione che ho ottenuto utilizzando Photoshop ed il programma Animagic. Contrariamente alle previsioni indicate sul MPC la cometa appariva lievemente spostata e di magnitudine più debole.

 


Home Page