Sauro Donati Astronomy Page


Le Altre Galassie

 

 

Il Gruppo Locale

Se puntiamo un telescopio in direzione di Regolo (a Leo) e prendiamo una immagine o fotografica o CCD, ci accorgiamo che ad una trentina di primi d'arco sopra la stella è visibile una nebulosa: si tratta in realtà della galassia nana  Leo 1,  distante circa  700.000  a.l.  appartenente al cosiddetto "gruppo locale". Questo gruppo comprende alcune galassie nelle "immediate"  vicinanze della  Via Lattea, più esattamente possiamo dire che posizionando la Via Lattea al centro di una sfera ideale con raggio di 1,5 milioni di a.l., troviamo almeno 25 galassie, le più vicine delle quali sono le Nubi di Magellano mentre le più distanti sono Maffei 1 e Leo A.

Il gruppo locale comprende anche la famosa  M 31  in Andromeda distante 2.300.000 a.l. e la galassia  M 33  del  Triangolo, che dista circa 2.500.000 a. l.. Così come le Nubi di Magellano possono considerarsi legate gravitazionalmente alla Via Lattea, le galassie NGC 205 e M 32 sono di fatto "satelliti" di M 31.

Sempre Più Distanti

Fuori dal gruppo locale ma ancora abbastanza vicine, incontriamo M81 e M82, due galassie nell'Orsa Maggiore che immagini a lunghissima posa ci mostrano unite con un ponte di materia. Ancora in Orsa Maggiore troviamo una classica galassia "face on":  la  M 101,  distante circa 15.000.000 di a.l.

Nelle vicinanze di UMa troviamo la costellazione dei Cani da Caccia, che ci offre forse la più bella galassia di questo emisfero: la famosa M 51 distante 13.000.000 di a.l. Da non dimenticare è anche la M 63 la cui luce è partita quasi 35.000.000 di anni or sono.

A Sud,  tra le costellazioni della Chioma di Berenice e della Vergine, esiste forse il più grande ammasso di galassie visibili. Tra le più belle e luminose ne ricordo due in Coma: la  M 64  distante  25.000.000 di a.l., famosa per quel ponte di materia oscura in prossimità del nucleo  e  la  NGC 4565  prototipo delle galassie viste di taglio, la sua distanza è stimata di 30.000.000 di a.l..

Ritorniamo nella costellazione di Andromeda per incontrare una splendida galassia posta esattamente di profilo: è la NGC 891 che ci osserva dalla distanza di 38.000.000 di a.l. e come molte altre simili è attraversata da una banda di polveri equatoriale.

Ancora nella costellazione dell'orsa maggiora per una galassia ancora più lontana. La NGC 3079, dista oltre 50.000 a.l. e nel suo nucleo, da non molto tempo, è stata scoperta una bolla di materia stellare, formata di particelle che defluiscono ad elevatissime velocità.

Tra le galassie del Pegaso ricordiamo la celebre NGC 7331 distante 45.000.000 di a.l. ed  il  bel gruppetto di NGC 7463 comprendente galassie distanti intorno ai 120.000.000 di a.l.

Citiamo infine una galassia nella  Lepre, la  NGC 1784,  del tipo spirale barrata distante circa  100.000.000 di a.l. e un ammasso nella Corona Boreale denominato AGC 2065 dove recentemente è apparsa una supernova. La sua distanza è di oltre 1 Mld. Di a.l.

 

 

 

BIBLIOGRAFIA CONSIGLIATA

  • P. Maffei "L'UNIVERSO NEL TEMPO" - Ed. Mondadori

  • W. Kaufmann "GALASSIE E QUASARS" - Ed. Sansoni

  • H.L. Shipman "BUCHI NERI" - Ed. Zanichelli

  • A. Abrami "CORSO DI RADIOASTRONOMIA" - Ed. Hoepli


Home Page